Skip to main content

Link ufficiali Microsoft per il download di MS Office 2016 e Office 365 RTM in italiano (product key non incluso)

State tranquilli, non si tratta di warez o software pirata!

Quello che pubblichiamo di seguito è un elenco di link ufficiali alle distribuzioni RTM ufficiali di MS Office 2016 e 365 (e software a corredo: Word, Excel, Access, Outlook, PowerPoint, Project e Visio) in modalità click-to-run, le stesse che è possibile recuperare anche mediante un qualsiasi account su Live.com.

Saranno sicuramente utili ai molti amministratori di sistema che si trovano quotidianamente a dover installare Office o altre applicazioni collegate senza avere il supporto fisico (CD, DVD, Blu-Ray o chiavetta USB) a portata di mano.

Inutile dire che per installare questi software avrete necessariamente bisogno di un Product Key valido, ovvero di un codice seriale che vi autorizzi ad installare e attivare il software: potete acquistarne uno tramite il Microsoft Store o presso qualsiasi rivenditore autorizzato.

AGGIORNAMENTO: Per scaricare le immagini ISO di Windows 7, Windows 8.1 e Windows 10 è possibile consultare questo articolo.

Approfondisci

Google Chrome: link estensioni rimanda a elenco App – come risolvere

L’eterna battaglia (o dovremmo dire gara?) tra i malware e gli strumenti anti-malware si arricchisce di un nuovo capitolo: questa volta parleremo di una particolare tipologia di minaccia che spesso prende la forma di un’estensione del browser Google Chrome, apparentemente innocua, che però interviene di tanto in tanto durante la nostra navigazione, reindirizzandoci qui e là e/o aprendo qualche pagina, link o popup a dir poco indesiderato.

Se avete presente questa tipologia di infezione potete pensare che il problema non sia poi troppo grave: le estensioni “maligne” sono un cancro che gira già da diversi anni, ma nella maggior parte dei casi per risolvere il problema è sufficiente recarsi nella pagina delle estensioni e disabilitarle/eliminarle.

Il Problema

La soluzione di cui sopra andava benissimo… fino a pochi mesi fa. A partire dal 2016, infatti, queste estensioni sono state dotate di un meccanismo di auto-difesa semplice ma efficace: reindirizzano qualsiasi tentativo di accesso – diretto o tramite link – alla pagina delle estensioni, portando l’utente altrove, nella maggior parte dei casi alla pagina delle App. La scelta non è casuale: l’utente meno esperto non sarà in grado di mettere a fuoco il problema e, anche se difficilmente sarà portato a credere che sia tutto normale, non riuscirà – almeno per il momento – a comprendere il problema e agire di conseguenza.

Fortunatamente questa tipologia di problemi è già nota da tempo a Google: in questo articolo nella Google Knowledge Base sono descritti alcuni dei sintomi alla base di queste infezioni:

Approfondisci

ERR_BLOCKED_BY_XSS_AUDITOR in Google Chome – Come risolvere

Con l’uscita della recente versione 57 del browser Google Chrome la funzionalità di XSS auditing ha subito alcuni importanti miglioramenti, che di certo comporteranno una maggiore protezione per gli utenti più inclini ad essere soggetti ad attacchi di tipo XSS (Cross-Site Scripting – se non sapete di cosa si tratta, leggete qui). Sfortunatamente, questa modifica ha comportato anche il malfunzionamento di alcuni servizi online, che da qualche settimana restituiscono il seguente errore HTTP:

ERR_BLOCKED_BY_XSS_AUDITOR

Il problema è quasi sempre legato alla presenza di un contenuto HTML inviato tramite POST all’interno di una request tramite form o AJAX, tecnica utilizzata da servizi anche molto diffusi nel panorama web moderno – editor WYSIWYG, uploader interattivi, strumenti di real-time editing tipici di molti CMS e così via.

La domanda a questo punto nasce spontanea: come risolvere questo problema e ripristinare il funzionamento del servizio?

Nel caso in cui si tratti di uno strumento sviluppato da terze parti, la cosa migliore da fare è probabilmente segnalare la funzionalità agli sviluppatori e/o controllare se esiste una patch recente in grado di risolvere il problema. Se questo tentativo non si rivela efficace, o se il problema si verifica su uno script o servizio sviluppato da noi, occorre invece rimboccarsi le maniche e darsi da fare per risolvere il problema. E’ quanto mi è toccato fare la settimana scorsa, quando mi sono trovato a dover applicare un fix d’urgenza a uno strumento che avevo sviluppato per un amico qualche tempo fa: un viewer di fatture elettroniche in grado di interpretare – e mostrare a schermo – il formato più recente previsto dagli standard della Pubblica Amministrazione, rilasciato al pubblico nel 2016 e già utilizzato da moltissime aziende e professionisti in Italia. Approfondisci

Visual Studio Build Number, Version ID e Path predefiniti – tutte le edizioni

In questo articolo proverò a mettere in piedi un elenco completo contenente gli ID di versione e i percorsi di installazione predefiniti di tutte le versioni di Visual Studio uscite finora. Se vedete qualcosa di errato o incompleto lasciate le vostre indicazioni nei commenti e provvederò ad aggiornare la lista.

EDIT: se avete bisogno di scaricare l’ offline installer e/o l’immagine ISO di una delle versioni di Visual Studio menzionate in questo articolo (da VS6 a VS2017), leggete qui.

Approfondisci

Process with an ID #### is not running con Visual Studio 2015 – Come risolvere

Lavorare con Visual Studio sulle versioni più recenti di Windows può portare occasionalmente a qualche problema per via delle nuove impostazioni di sicurezza che caratterizzano il nuovo sistema: queste ultime, che prevedono un accesso limitato alle risorse normalmente disponibili all’account assegnato al software in esecuzione, bloccano l’accesso a molti elementi normalmente necessari agli strumenti di sviluppo: l’accesso in scrittura alla cartella /Program Files/, ai file di configurazione di IIS Express, alla IIS metabase e una serie di altre task che possono portare al malfunzionamento di alcuni strumenti, come ad esempio IIS Express. Alcuni di questi sono già stati affrontati in questa sede, come ad esempio in questo articolo sull’impossibilità di accedere alla IIS Metabase, in questo articolo dedicato al problema delle external request e in questo approfondimento sull’errore ‘Impossibile avviare il debug sul server Web’.

In questa occasione parliamo del seguente errore, che può verificarsi nel momento di aprire una soluzione ASP.NET Core o ASP.NET MVC o di lanciare l’applicazione in modalità DEBUG:

Impossibile avviare il debug sul server Web

Process with an ID #### is not running on Visual Studio 2015

In conseguenza di questo errore, nella finestra degli errori di Visual Studio dovrebbe essere possibile reperire altre informazioni, come ad esempio queste:

Fortunatamente esistono diversi workaround che possono risolvere questo tipo di errore: suggeriamo di provarli uno dopo l’altro, fermandosi soltanto quando si riesce a trovare quello che consente di risolvere il problema.

Approfondisci

Close