Come cambiare nome su Zoom prima di entrare nel meeting Breve guida che spiega come fare per modificare il nome visualizzato su Zoom prima di entrare nella meeting room o subito dopo aver effettuato l'accesso

Zoom, il nuovo standard cloud-based per le video-conferenze online

Se vi siete imbattuti in questo articolo è probabile che siate alla ricerca di un modo semplice ed efficace per modificare il vostro nome utente su Zoom PRIMA di entrare in un meeting, magari per evitare che i vostri colleghi di lavoro possano leggere il nome di qualcun altro che, per ragioni di necessità, utilizza lo stesso software sul medesimo dispositivo.

Negli ultimi mesi, a fronte dell’inevitabile incremento esponenziale dell’utilizzo della piattaforma, ho visto personalmente numerosissimi utenti alle prese con questa problematica, che per fortuna può essere risolta con un semplice workaround: ho aspettato qualche mese prima di pubblicarlo perché credevo che gli sviluppatori di Zoom avrebbero provveduto in breve tempo a colmare questa lacuna in modo più “professionale”, ma a quanto pare non è così.

DISCLAIMER: Questo sito non è affiliato con Zoom e non ha ricevuto contributi di qualsivoglia tipo per realizzare o pubblicare questo articolo: tutte le opinioni e le critiche espresse rappresentano unicamente il libero pensiero dell'autore.

Il problema

Senza inutili giri di parole, vi dico subito che il problema si verifica quando la app di Zoom viene lanciata tramite il click sul link relativo al meeting, e di conseguenza eseguita con la mediazione del browser: in quel caso, la app viene fatta partire in una modalità “semi automatica”, che porta l’utente direttamente all’interno della meeting room senza dargli alcuna possibilità di selezionare, configurare o inserire alcunché.

Per comprendere meglio il concetto, facciamoci aiutare da un paio di screenshot. Ecco cosa appare all’utente se fa click direttamente sulla URL del meeting, ovviamente a patto di consentire (o aver già consentito in passato) al browser di eseguire la app di Zoom:

Come cambiare nome su Zoom prima di entrare nel meeting

Come è possibile vedere, Zoom viene eseguito direttamente con le impostazioni di accesso relative alla riunione (ID del meeting e relativa password): si tratta della modalità “semi automatica” di cui parlavamo prima: una modalità di lancio estremamente comoda perché ci consente di lanciare Zoom da qualsiasi altra app che supporti il cosiddetto hot-clicking dei link visualizzati (Outlook, Google Calendar, Whatsapp/Telegram, altre pagine web, documenti PDF, e così via) ma che non consente, perlomeno alla data odierna, di modificare il nome dell’utente che si sta collegando.

La soluzione

Per risolvere il problema, la soluzione è molto semplice: è sufficiente eseguire la app di Zoom partendo dall’icona presente sul desktop o all’interno del menu Start, evitando il suddetto automatismo e potendo così accedere all’agognata schermata contenente la funzionalità che consente di modificare il nome utente.

Questo l’elenco dei passaggi da effettuare:

  1. Lanciare la app di Zoom partendo dall’icona presente sul desktop o all’interno del menu Start.
  2. Fare click sul pulsante Entra in una riunione, nell’ipotesi ovviamente in cui non siamo noi l’host (ovvero l’ospite, che nella versione italiana di Zoom va inteso nell’accezione di colui che ospita).Come cambiare nome su Zoom prima di entrare nel meeting
  3. Inserire l’ID della riunione: nel caso in cui non si sia a conoscenza di questa informazione, solitamente presente nella stessa e-mail che contiene il link, è anche possibile anche fare il copia-incolla del link ricevuto tramite e-mail.
  4. Confermare o modificare il nome utente, utilizzando l’apposita casella di testo finalmente disponibile. Come si può vedere, in questa modalità la app fornisce una serie di funzionalità aggiuntive, tra cui quella di entrare con audio e video disabilitati (disponibili anche nella modalità “semi automatica”) e/o memorizzare il nome per le riunioni future.Come cambiare nome su Zoom prima di entrare nel meeting
  5. Fare click sul pulsante Entra, che comporterà l’accesso a una schermata ulteriore nella quale occorrerà specificare la Password (passcode) della riunione: anche la password, così come l’ID della riunione, è solitamente presente nella stessa e-mail che contiene il link di accesso.

E se non conosciamo la password?

Nel malaugurato caso in cui il link ci fosse arrivato in modo “non ufficiale”, ovvero in un messaggio e-mail non inviato tramite Zoom e quindi privo dell’informazione relativa alla password/passcode, non disperate: seguite comunque tutti gli step della guida di cui sopra, avendo cura di modificare il Nome utente (step 4) e di selezionare la checkbox Ricorda il mio nome per riunioni future qualora non fosse già selezionata; fate quindi click sul pulsante Entra (step 5) e, alla richiesta del passcode, fate click su Annulla, così da tornare alla schermata principale. Una volta lì, potete chiudere la app.

In questo modo, il nuovo nome utente da voi impostato sarà comunque memorizzato (e ricordato per le riunioni future): questo vuol dire che adesso potrete fare click sul link/URL della riunione, così da attivare Zoom tramite browser (ovvero in modalità “semi automatica”) ed entrare nel meeting con il nuovo nome.

L’unico svantaggio di questo “workaround del workaround” è che sarete costretti a ripetere questo passaggio ogni volta: per questo motivo è importante abituarsi ad evitare di utilizzare il link diretto e assicurarsi di essere sempre in possesso del passcode. relativo alla meeting room, perlomeno fino a quando gli sviluppatori di Zoom non implementeranno la possibilità di modificare il nome anche partendo dal link.

Cambiare nome dopo l’ingresso

La problematica affrontata da questo articolo riguarda in modo specifico la possibilità di modificare il proprio nome utente prima di entrare nella meeting room, così da evitare di renderlo visibile agli altri partecipanti – anche se solo per pochi istanti – per ovvie ragioni di privacy e/o riservatezza; ad ogni buon conto, ci preme ricordare brevemente anche le modalità (decisamente più note) con cui è possibile modificare il proprio nome visualizzato dopo aver effettuato l’accesso alla meeting room.

  • Una volta effettuato l’accesso, fate click sul pulsante Partecipanti che si trova in basso, così da aprire una finestra contenente l’elenco dei partecipanti (tra cui il nostro account).
  • Da quella finestra, a seconda della versione di Zoom e del sistema operativo utilizzato, è possibile modificare il proprio nome in uno dei seguenti modi:
    • fare click sul pulsante Rinomina di fianco al nostro nome;
    • fare click sul pulsante delle opzioni aggiuntive, solitamente identificato da una icona contenente tre puntini orizzontali o tre piccole linee orizzontali disposte verticalmente, quindi fare click sul pulsante Rinomina tra quelli disponibili nel menu a tendina;
    • fare click con il tasto destro del mouse o tap con il dito, quindi fare click sul pulsante Rinomina tra quelli disponibili nel menu contestuale.

L’esperienza utente può cambiare leggermente da dispositivo a dispositivo, ma nella maggior parte dei casi l’opzione Rinomina si troverà in uno dei punti sopra indicati.

Fate attenzione, però: è anche possibile che l’ospite (host) abbia disabilitato esplicitamente la possibilità per gli utenti di modificare il proprio nome una volta effettuato l’accesso alla meeting room: in quel caso, l’unica opzione che avrete sarà quella di disconnettervi, modificare il nome utente seguendo la  guida descritta nei paragrafi precedenti e quindi collegarvi nuovamente.

Conclusione

Per il momento è tutto: mi auguro che questa guida possa risolvere il problema di tanti utenti alle prese con questa piccola ma fastidiosa problematica di un software per videoconferenze attualmente più usato e diffuso in Italia.

Alla prossima!

 

About Ryan

IT Project Manager, Web Interface Architect e Lead Developer di numerosi siti e servizi web ad alto traffico in Italia e in Europa. Dal 2010 si occupa anche della progettazione di App e giochi per dispositivi Android, iOS e Mobile Phone per conto di numerose società italiane. Microsoft MVP for Development Technologies dal 2018.

View all posts by Ryan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.