Skip to main content

Link ufficiali Microsoft per il download delle immagini ISO Windows 7, Windows 8.1 e Windows 10 in italiano (product key non incluso)

Come già fatto per MS Office qualche settimana fa, pubblichiamo un elenco di link tramite i quali è possibile recuperare le immagini ISO ufficiali per l’istallazione in modalità offline delle principali versioni di Windows in lingua italiana: Windows 7, Windows 8.1 e Windows 10.

State tranquilli, non si tratta di warez o software pirata! Sono tutte versioni di Windows rilasciate da Microsoft per venire incontro alle esigenze degli utenti e amministratori di sistema che hanno necessità di installare Windows su più sistemi ovvero che si trovano senza il supporto fisico (CD, DVD, Blu-Ray o chiavetta USB) a portata di mano, ad esempio a seguito dell’acquisto di una o più licenze digitali.

Inutile dire che per installare queste versioni di Windows è necessario essere in possesso di un Product Key valido, ovvero di un codice seriale che autorizzi ad installare e attivare il software: per acquistarne uno è possibile collegarsi al Microsoft Store o rivolgersi a uno dei tanti rivenditori autorizzati.

Ricordiamo che per scaricare le immagini ISO di Office 2010, Office 2013, Office 2016 o Office 365 è possibile consultare questo articolo.

Approfondisci

Crash di Esplora Risorse che blocca il PC? Come risolvere senza riavviare

Che siate amministratori di sistema, sviluppatori o semplici utenti, vi sarà capitato molte volte di assistere al crash o al blocco repentino del programma Esplora Risorse, le cui conseguenze sono particolarmente fastidiose: nella maggior parte dei casi l’interfaccia risulta compromessa, con una gigantesca finestra “bianca” che non accenna a chiudersi e non consente di aprirne altre o di svolgere alcune operazioni.

Questa situazione tende a verificarsi con particolare frequenza quando lavoriamo su cartelle, percorsi o dischi di rete che improvvisamente spariscono o non sono più disponibili, ad esempio perché il server che li ospitava si disconnette o crasha: in quelle occasioni i protocolli di condivisione file di Windows danno il loro peggio, impantanandosi in timeout estremamente lunghi e bloccando nel contemnpo tutta l’applicazione nel disperato tentativo di connettersi a qualcosa che non c’è più. Non di rado questi tentativi si concludono con il crash di Esplora Risorse o, peggio ancora, con un suo blocco continuativo che ci spinge a effettuare un kill manuale del processo con CTRL-ALT-CANC, quindi Gestione Attività > Processi -> Kill.

Approfondisci

Windows 8: disabilitare il restart automatico dopo Windows Update

UPDATE: Clicca qui per leggere questo stesso articolo aggiornato per Windows 10.

Difficile immaginare un sistema operativo più controverso di Windows 8 tra quelli realizzati dalla Microsoft negli ultimi anni: quel che è certo è che il prodotto della casa di Redmond è stata capace di attirare simpatie e antipatie ugualmente estreme fin dal momento della sua uscita sul mercato. Se c’è una cosa sulla quale concordano (quasi) tutti, però, è sui fastidi recati dalla pessima abitudine di Windows Update di forzare un countdown, non cancellabile dall’utente eventualmente loggato, al termine del quale il computer subisce un inevitabile riavvio. Ci riferiamo ovviamente alla temibile frase “Il PC sarà riavviato in XX minuti, YY secondi“, che costringe spesso a salvare i file aperti, chiudere tutte le applicazioni e mettersi in attesa per non rischiare di perdere il proprio lavoro.

Fortunatamente esistono alcuni modi sia per prevenire – o per meglio dire disattivare – questo comportamento, a seconda della versione di Windows in uso, che per interrompere il countdown prima che sia troppo tardi: vediamo quali sono.

Approfondisci

Quando Windows Update non funziona più: come risolvere l’errore 8024402F

Il problema

Se vi siete imbattuti in questo articolo è probabile che abbiate un problema con il Windows Update, il quale di punto in bianco ha smesso di funzionare restituendovi, a seguito di ogni tentativo di lancio, un errore di tipo 8024402F.

windows-update-error-8024402F

Il problema è stato affrontato in moltissimi post (cfr. paragrafo Altri riferimenti in basso), alcuni dei quali contengono script potenzialmente risolutivi che provano a risolvere problemi di configurazione intervenendo sulle impostazioni ovvero sul registro di sistema. La stessa Microsoft ha rilasciato un apposito Windows Update Repair Tool che è in grado di risolvere la maggior parte delle problematiche legate a problemi relativi alla configurazione del sistema che possano in qualche modo inibire il funzionamento di Windows Update.

Esistono però alcune situazioni in cui nessuno dei metodi sopra elencati funziona. Se fate parte della schiera dei “fortunati”, continuate a leggere e forse riuscirete a risolvere il problema.

Approfondisci

Tastiera virtuale di Windows 8: come disabilitarla

Come tutti i sistemi operativi mobile-ready, anche Windows 8 è dotato di una pratica tastiera virtuale che consente agli utenti con dispositivi dotati di schermo touch di inserire testi premendo i tasti o tramite le cosiddette handwriting gestures. Una volta configurata, la tastiera appare automaticamente ogniqualvolta l’utente attiva una casella di testo all’interno di un browser web, una applicazione desktop, etc.:

fuller_keyboard

Ovviamente ci sono numerosi casi in cui questa funzionalità, presente nelle installazioni della maggior parte dei portatili con schermo touch, è assolutamente inutile… ad esempio, quando il portatile in questione è dotato di una tastiera hardware.

La domanda è dunque: come disattivarla?

la risposta è semplice: la tastiera virtuale fa parte del servizio di sistema denominato “Touch screen keyboard and handwriting panel” (in italiano: “Servizio tastiera virtuale e pannello per la grafia”). Per disattivarla occorre quindi:

  • Premere il tasto Windows + W (per aprire lo strumento di ricerca)
  • Digitare “servizi” e premere invio (per aprire il pannello dei servizi locali)
  • Scorrere la lista fino a visualizzare il Servizio tastiera virtuale e pannello per la grafia.
  • Evidenziare il servizio suddetto e fare clic su Stop (per arrestare il servizio).
  • Nel caso in cui il Tipo di Avvio del servizio sia impostato su Automatico, vi converrà anche impostarlo su Manuale (o, se preferite, su Disabilitato) facendo doppio clic sul servizio e poi impostando in tal modo la casella a discesa relativa.

Ricordate che, se il servizio suddetto non è in esecuzione, anche la funzionalità di riconoscimento delle handwriting gestures sarà disattivata: questo significa che non sarà possibile scrivere “a mano” sul touch-screen del dispositivo. Del resto, se disponete di una tastiera hardware, è probabile che non ne sentirete mai la mancanza in ogni caso.

 

Close