Skip to main content

FileZilla: ENETUNREACH – Network unreachable – come risolvere

Un paio di giorni fa mi è toccato risolvere un problema legato all’impossibilità di una macchina di connettersi a un server FTP pubblico con FileZilla, il celebre Client FTP open-source sviluppato dal FileZila Project e disponibile qui. L’errore riscontrato dal programma era il seguente:

ENETUNREACH – Network unreachable

Visto che il server FTP risultava raggiungibile da altre postazioni la mia attenzione si è spostata sul client: per farla breve, è venuto fuori come il problema fosse legato all’antivirus Kaspersky installato sulla macchina e al suo filtro TCP, installato per impostazione predefinita e che sembra essere totalmente incompatibile con il nostro FTP client preferito.

Approfondisci

Ubicazione della cartella Esecuzione Automatica in Windows 8, Windows 8.1, Windows 10 e Windows Server 2012

Vi ricordate della cartella Esecuzione Automatica, funzionalità indispensabile per consentire a utenti e amministratori di sistema di eseguire programmi all’avvio del sistema – nonché inevitabile ricettacolo di eseguibili dannosi piazzati dai malware per reiterare la loro esecuzione ad ogni reboot? Da Windows 8 in poi, con la scomparsa del menu Start così come eravamo abituati a conoscerlo, questo strumento ha cominciato ad essere utilizzato sempre meno fino a cadere quasi nel dimenticatoio.

Eppure, la cartella si trova ancora al suo posto: manca soltanto una chiara indicazione su dove si trovi. Ebbene, ecco svelate le sue “nuove” ubicazioni all’interno del filesystem.

Approfondisci

Configurare Outlook per non inviare i file allegati tramite Winmail.dat

Abbiamo già avuto modo di parlare in questo articolo del Winmail.dat, il file di scambio utilizzato da Outlook per veicolare allegati, note e meta-dati di vario tipo all’interno dei messaggi di posta. In quell’occasione abbiamo spiegato come aprire questi file e accedere agli allegati: nel caso in cui ci interessi risolvere il problema alla radice, ecco come possiamo configurare Microsoft Outlook in modo da non inviare più gli allegati tramite Winmail.dat.

Perché mai dovremmo farlo? Per il semplice motivo che si tratta di un formato proprietario, non leggibile da molti altri client di posta estremamente diffusi (Thunderbird, Eudora, tutti quelli per Android, tutti quelli per Mac – incluso lo stesso Outlook, et. al.): a meno che non abbiate a che fare unicamente con persone che utilizzano Windows, è senz’altro consigliabile disattivare questa funzionalità.

Ci sono due modi per impedire la creazione del Winmail.dat: in modo centralizzato, tramite le impostazioni di MS Exchange, oppure per singolo client, mediante le opzioni di ciascun client Outlook.
Approfondisci

Icone scomparse sul desktop? Ecco come ripristinarle

Lavorando con Windows può talvolta capitare di trovarsi di fronte allo spiacevole fenomeno della “sparizione” delle icone dal desktop. Il problema può essere dovuto a varie cause: virus/trojan e relative operazioni di pulizia dell’antivirus, rimozioni accidentali di chiavi presenti nel registro di sistema, un click sbagliato da qualche parte (magari sul tasto CANC)…

Niente paura! Ripristinarle è un’operazione molto semplice, sia che si tratti delle cosiddette “icone di sistema” (Cestino, Pannello di Controllo, Risorse del Computer, Questo PC, Rete et. al.) che nel caso di quelle relative alle vostre applicazioni: vediamo insieme come fare.

Approfondisci

Disabilitare l’esecuzione automatica di Asus IstantOn

Se avete un notebook Asus avrete senz’altro fatto la conoscenza di IstantOn, il programma proprietario di energy management presente in tutte le installazioni di Windows sui PC della casa costruttrice di Taipei. L’aspetto positivo di quel software è che permette di modificare le impostazioni di risparmio energia del vostro portatile con un semplice click: l’aspetto negativo, che per molti supera di gran lungo i vantaggi, è la considerevole quantità di spazio occupata nella taskbar di windows e sul desktop principale.

asus.istanton

 

Purtroppo, la versione attuale di IstantOn non consente ancora di “vivere” minimizzata nel systray: a ben vedere, il programma Asus non prevede proprio l’icona nel systray. per questo motivo, nonostante l’indubbia utilità, la tentazione di disabilitarlo è forte. Per farlo è sufficiente cliccare con il tasto destro del mouse sul widget presente sul vostro desktop e de-selezionare l’opzione “Esegui quando Windows si avvia”.

asus.istanton.disable

Non preoccupatevi, impedire l’avvio di IstantOn non comprometterà la gestione del risparmio di energia: quando vorrete commutare tra le varie modalità previste potrete sempre lanciarlo nuovamente tramite l’apposita icona presente nel menu Start.

 

Close