TunesKit AceMovi Video Editor - Recensione e Test Drive La nostra recensione di AceMovi Video Editor by TunesKit, un software di video editing semplice da utilizzare e ricco di funzionalità interessanti per Windows e Mac

Top 10 Free Online Tools to Compress Videos

Quando pensiamo ai software di editing video, la mente corre automaticamente verso prodotti come Adobe Premiere o Final Cut. Tuttavia, il panorama di questo tipo di applicativi è ricco di soluzioni che offrono funzionalità e prestazioni praticamente analoghe dei due leader di mercato di cui sopra... a una frazione del prezzo.

In questo articolo ci siamo dedicati all'analisi di uno di loro: TunesKit AceMovi Video Editor, un software di editing video per Windows e Mac che offre tutto ciò di cui abbiamo bisogno per le nostre funzionalità di base e avanzate: dagli strumenti irrinunciabili (registratore, taglierina , ruota) a effetti video decisamente più complessi ed elaborati (filtri, animazioni, transizioni, sovrapposizioni di testo), nonché modelli, risorse, transizioni, filtri, e molto altro.

Download e installazione

Il software può essere scaricato dal sito ufficiale di TunesKit, oppure direttamente dalla sotto-sezione dedicata a TunesKit AceMovi Video Editor: è sufficiente fare clic sul pulsante Try It Free per scaricare una copia di valutazione gratuita, che può essere utilizzata per provare tutte le funzionalità del software - con una piccola limitazione che spiegheremo più avanti. Una volta terminato il download, possiamo fare clic sull'eseguibile per installare il software, seguendo il classico wizard di installazione comune alla maggior parte dei software di questo tipo.

IMPORTANTE: il prodotto è disponibile per Windows e macOS, con la stessa interfaccia utente, UX e set di funzionalità. In questo articolo esamineremo la versione per Windows.

Dashboard principale

Al termine del processo di installazione il software si avvierà automaticamente, caricando e visualizzando la dashboard principale.

TunesKit AceMovi Video Editor - Recensione e Test Drive

Come si può vedere guardando lo screenshot qui sopra, partirà automaticamente anche una guida rapida (quickstart) che aiuta a comprendere come funziona il software attraverso una serie di messaggi di aiuto: consigliamo di dare un'occhiata alle indicazioni fornite (usando l'apposito pulsante Avanti) la prima volta che si esegue il software, così da comprendere come è organizzata l'interfaccia utente in meno di un minuto.

La guida rapida elenca i cinque passaggi principali che dovremmo seguire per modificare i nostri video, ovvero:

  • Importare i video originali (source) nel Media Bin, un repository locale che verrà utilizzato per ospitare tutto ciò di cui abbiamo bisogno per costruire il nostro prodotto finale. La finestra Media Bin si trova nella parte in alto a sinistra dello schermo, unitamente a un pratico menu ad icone che permette di passare da una libreria di oggetti all'altra (e che consente di accedere a transizioni, effetti, filtri, overlay e simili).
  • Trascinare il file multimediale importato sulla timeline, così da renderne possibile l'elaborazione. La timeline è posizionata nella parte inferiore dello schermo.
  • Effettuare le modifiche (edit) sugli spezzoni di video aggiunti alla timeline, utilizzando gli strumenti e gli effetti forniti dal software. Il processo di editing avviene ovviamente all'interno della timeline, dove è possibile "trascinare e rilasciare" (tramite drag & drop) le varie sorgenti video e/o i vari effetti dalle librerie in alto a sinistra. Ogni "elemento" può essere configurato utilizzando il proprio set di impostazioni, che apparirà nella parte in alto a destra dello schermo quando lo selezioniamo.
  • Visualizzare l'anteprima in tempo reale del risultato, utilizzando la finestra "Preview" posta al centro della parte superiore dell'interfaccia utente.
  • Esportare il risultato in un file video, selezionando la risoluzione, il codec audio e video, e le altre impostazioni necessarie.

Come possiamo facilmente capire, la parte più importante del processo di editing è la numero 3, ovvero quella in cui ci troveremo a lavorare direttamente sulla timeline.

Lavorare con i video

Nello screenshot seguente possiamo vedere come è possibile lavorare con le clip video una volta che queste sono state aggiunte alla timeline; in particolare, come è possibile vedere, ce ne sono tre, ciascuna delle quali posizionata su una Track differente:

TunesKit AceMovi Video Editor - Recensione e Test Drive

Notare le piccole "frecce" poste all'inizio della sorgente video nelle tracce 2 e 3: si tratta dell'effetto Fade In (dissolvenza in entrata), che assicura una transizione graduale tra le clip dove l'abbiamo applicato e la clip posta immediatamente sotto (ovvero, nella track inferiore). Come possiamo vedere, la freccia è compresa all'interno di due punti (inizio e fine) che possono essere utilizzati per "ridimensionarla", rendendo così la dissolvenza in entrata più grande o più piccola; nell'esempio visualizzato sopra li abbiamo usati per terminare l'effetto di dissolvenza subito dopo la fine della clip sottostante, garantendo così una piacevole transizione tra le nostre tre clip.

L'effetto Fade In è accessibile attraverso il pannello Motions accessibile utilizzando la libreria di effetti posta in alto a sinistra, che consente di accedere - oltre ai nostri video source - anche a tutti gli effetti forniti dal programma: transizioni, animazioni, effetti, filtri, sovrapposizioni e così via. Una volta trovata la funzione che si desidera utilizzare, è sufficiente cliccare sulla sua icona e trascinarla sulla clip selezionata per applicarla: l'effetto verrà applicato con le sue impostazioni predefinite (nel caso del Fade In, la durata dell'effetto in frame), che potranno essere modificate in seguito tramite una pratica interfaccia basata su UI posizionata nella parte in alto a destra dello schermo (a destra del pannello di anteprima); le impostazioni, ovviamente, variano a seconda del tipo di effetto: effetti molto semplici come il Fade In ne avranno poche, mentre effetti più complessi potranno consentire un livello di personalizzazione decisamente più elevato.

Utilizzo delle transizioni

Tecnicamente parlando, l'effetto di "dissolvenza incrociata" (cross-fade) che abbiamo implementato utilizzando il Fade In motion effect può essere ottenuto anche utilizzando una transizione: in particolare la transizione di tipo Fade, che ha proprio quella funzione. Nella screenshot seguente possiamo vedere lo stesso effetto realizzato nei due metodi, ovvero mediante l'utilizzo del Fade In motion effect e mediante l'utilizzo della transizione Fade:

TunesKit AceMovi Video Editor - Recensione e Test Drive

Notare la differenza tra il rettangolo ROSSO, che mostra l'effetto Fade-In, e il rettangolo VERDE, raffigurante la transizione Fade: come possiamo vedere, entrambi i metodi consentono di ottenere lo stesso risultato, ma la transizione presenta un importante beneficio aggiuntivo: permette alle due clip video di essere fianco a fianco, ovvero di condividere la stessa Track: si tratta di un vantaggio non indifferente, specialmente quando si ha a che fare con un gran numero di clip video. L'effetto risultante, ovvero il cross-fade, è visibile nella finestra Preview al centro dello schermo.

Nel nostro test drive, oltre a utilizzare le transizioni e gli effetti, abbiamo utilizzato a fondo diverse altre funzionalità offerte dal software, tra cui: sovrapposizioni di testo, filtri, e persino la modalità split-screen, che può essere utilizzata per creare composizioni con più clip presenti contemporaneamente nel medesimo frame video, come mostrato nello screenshot di seguito:

TunesKit AceMovi Video Editor - Recensione e Test Drive

La cosa che più abbiamo apprezzato di AceMovi Video Editor nel corso dei nostri test è l'estrema semplicità d'uso dell'interfaccia utente: come si può vedere dallo screenshot qui sopra, anche le funzionalità più complesse possono essere applicate in modo estremamente intuitivo: tutto ciò che dobbiamo fare è scegliere l'effetto che vogliamo applicare, trascinarlo sulla clip (o sulla timeline) e configurarlo utilizzando gli strumenti visuali che compaiono all'interno della finestra Attributes a destra. Questo tipo di approccio non soltanto rende il software utilizzabile anche da utenti non esperti, ma - cosa più importante - consente di risparmiare molto tempo.

Guide e Tutorial

In questo test drive abbiamo trattato solo un piccolo sottoinsieme delle numerose funzionalità fornite dal software: per vedere altro consigliamo di dare un'occhiata al canale YouTube ufficiale di TunesKit AceMovi Video Editor, che contiene molti utili tutorial che spiegare come utilizzare il software in pochi secondi, oltre a convertire alcune funzionalità specifiche.

Ecco un piccolo video di presentazione che introduce il software e mostra una panoramica delle sue caratteristiche principali:

Per chi preferisce le guide testuali ai video-tutorial, sul sito ufficiale di TunesKit è possibile accedere all'AceMovi Learning Center, una sezione dedicata al software che contiene una serie di guide, tutorial ed esempi che consentono di familiarizzare con il prodotto, nonché un elenco dei casi di esempio più comuni.

Limitazioni della versione di prova

La versione trial di TunesKit AceMovi Video Editor non ha scadenza e contiene tutte le stesse funzionalità della versione completa; l'unica differenza è data dal fatto che i video esportati  con la versione di prova sono "marchiati" da un apposito watermark. Per la precisione, al momento dell'export, la versione di prova visualizzerà una finestra pop-up tramite la quale sarà possibile acquistare una licenza (e rimuovere il watermark) o continuare a utilizzare il software in versione trial (con il watermark). Il fatto di mantenere attive tutte le funzionalità del software è molto vantaggioso, in quanto consente di sperimentare il software nella sua interezza prima di acquistarlo!

Prezzi e piani

TunesKit AceMovi Video Editor può essere acquistato scegliendo uno dei seguenti piani disponibili:

  • Piano di 1 mese. $ 15,95 (invece di $ 39,95), con garanzia "soddisfatti o rimborsati" di 30 giorni.
  • Piano di 1 anno. $ 49,95 (invece di $ 69,95), con garanzia "soddisfatti o rimborsati" di 5 giorni.
  • Piano a vita. $ 69,95 (invece di $ 109,95), con garanzia "soddisfatti o rimborsati" di 30 giorni.

Tutti i piani hanno le stesse funzionalità (e nessun Watermark sui video esportati), ad eccezione di quello "lifetime" che consente anche il download illimitato delle risorse disponibili sul sito ufficiale. Il periodo di tempo menzionato dal piano (1 mese, 1 anno e a vita) corrisponde ovviamente al supporto tecnico gratuito e agli aggiornamenti.

Conclusioni

La nostra recensione è giunta al termine: il test drive effettuato ci consente sicuramente affermare con cognizione di causa che TunesKit AceMovi è un software estremamente valido; si tratta infatti di uno strumento di editing video professionale e ricco di funzionalità con un'interfaccia chiara e immediata che lo rende semplice da usare anche quando si ha a che fare con le sue funzionalità più avanzate - che non hanno nulla da invidiare a software molto più famosi (e costosi). Chiunque stia cercando un software di editing video con una curva di apprendimento "soft" e un ottimo rapporto qualità-prezzo dovrebbe provarlo senza ulteriori indugi!

 

About Alice

Layout designer, esperta di SEO e comunicazione integrata. Dal 2010 si avvicina anche alla programmazione, collaborando allo sviluppo delle infrastrutture di back-end di alcuni quotidiani italiani. Gestisce inoltre le pagine social (Facebook, Twitter, LinkedIn) di alcune riviste e società del settore IT.

View all posts by Alice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.