Network Tracing nativo su Windows con il comando NETSH (senza installare programmi esterni)

Network Tracing nativo su Windows con il comando NETSH (senza installare programmi esterni)

Se avete la necessità di effettuare un network trace su un client o server Windows e non avete a disposizione strumenti come Network Monitor o software di terze parti come Wireshark potete utilizzare il comando console netsh, funzionalità disponibile nativamente sui sistemi Windows 7, Windows Server 2008 R2 e superiori.

Per utilizzarlo è sufficiente aprire un prompt dei comandi con privilegi di amministratore e inserire il seguente comando:

Se la directory /temp/ non è presente sul vostro computer createla prima di inserire il comando, oppure modificate la path del file di log inserendo percorso compatibile con il vostro sistema.

Particolarmente importante è il parametro    : impostandolo su yes il tracing resterà attivo anche a seguito di uno shutdown o reboot, cosa che vi consentirà di monitorare il traffico di rete anche durante la fase di avvio di Windows per identificare e risolvere eventuali problemi di slow boot. Ricordate che, se impostato su persistent, il comando dovrà essere interrotto manualmente con il seguente comando:

Il log completo del tracing sarà disponibile all’interno del file netsh-trace.etl: l’estensione non è importante, ma creare un file .etl consente di poterlo visualizzare all’occorrenza anche con Network Monitor.

Per il momento è tutto: felice networking!

 

 

RELATED POSTS

About Ryan

IT Project Manager, Web Interface Architect e Lead Developer di numerosi siti e servizi web ad alto traffico in Italia e in Europa. Dal 2010 si occupa anche della progettazione di App e giochi per dispositivi Android, iOS e Mobile Phone per conto di numerose società italiane.

View all posts by Ryan