Come risolvere i problemi di Outlook con le opzioni da riga di comando

hMailServer - Mail Server open-source per Windows con gestione POP3, SMTP, IMAP, AntiVirus/AntiSpam e altro

Se siete affezionati lettori di questo blog, saprete già che non andiamo esattamente pazzi per Outlook. Al tempo stesso, molti di noi sono chiamati di frequente a configurare soluzioni per aziende pubbliche o private basate su Outlook e/o Exchange, cosa che ci costringe ciclicamente ad affrontare un gran numero di problematiche più o meno note relative al client e-mail meno amato al mondo.

In questo post condividiamo alcuni tra gli strumenti più semplici ed efficaci a disposizione degli amministratori di sistema per risolvere una serie di problematiche comuni: una serie di opzioni da riga di comando che possono essere utilizzate per lanciare Outlook resettando nel contempo alcune impostazioni ai loro valori predefiniti.

Utilizzarle è molto semplice. E’ sufficiente aprire un Prompt dei comandi con privilegi di amministratore, navigare fino alla directory di installazione di Outlook (se non sapete qual è, date un’occhiata qui) e digitate il comando corrispondente alla vostra esigenza:

  •   – per lanciare Outlook in safe mode.
  •   – per lanciare Outlook resettando il Navigation Pane alle sue impostazioni predefinite: questo workaround consente di risolvere numerose problematiche che impediscono l’avvio di Outlook, come quella descritta in questo articolo.
  •   – per ripristinare le cartelle predefinite dove smistare i vari messaggi.
  •   – per rimuovere tutti gli allarmi e gli eventi pianificati nel calendario integrato di Outlook, eliminando che uno o più elementi memorizzati in modo non corretto possano compromettere l’avvio di Outlook.

Questi parametri dovrebbero funzionare su tutte le principali versioni di Outlook fino alla 2016.

Per il momento è tutto: vorrei salutarvi augurandovi “felice Outlook” ma sarebbe un ossimoro, quindi eviterò.

 

RELATED POSTS

About Alice

Layout designer, esperta di SEO e comunicazione integrata. Dal 2010 si avvicina anche alla programmazione, collaborando allo sviluppo delle infrastrutture di back-end di alcuni quotidiani italiani. Gestisce inoltre le pagine social (Facebook, Twitter, LinkedIn) di alcune riviste e società del settore IT.

View all posts by Alice