Cosa fare quando lo schermo del tuo Smartphone si rompe? Rompere lo schermo del proprio smartphone è una possibilità fin troppo comune al giorno d'oggi: come procedere quando succede? Ecco alcune cose che puoi fare

What to do when your phone breaks?

La maggior parte dei schermi degli smartphone tende a rompersi scivolando fuori dalla tasca, cadendo dalla mano o a seguito di una spinta da un appoggio o da una superficie rialzata. Quando succedono queste cose, non è insolito finire con lo schermo rotto o inevitabilmente rovinato. Quando questo accade, possono verificarsi due cose:

  • il display è ancora funzionante e/o leggibile, così come il touchscreen.
  • il display risulta illeggibile e/o il touchscreen non funziona più.

Nel primo caso, nessun problema: sarà possibile continuare a utilizzare il telefono senza problemi, fino a trovare una sostituzione. Nel secondo caso, le cose diventano decisamente più complicate. Come si procede? Ecco una lista di alcune cose che è possibile fare fin da subito.

Controlla se l’assicurazione copre lo schermo rotto

Se hai un’assicurazione telefonica, questo è il momento giusto per approfittarne. Assicurati di controllare se l’assicurazione del tuo telefono copre le riparazioni degli schermi rotti e le condizioni allegate. Nel fortunato caso in cui sei coperto, l’organizzazione della riparazione dovrebbe essere semplice. Tuttavia, questo potrebbe significare che stai senza telefono per un paio di giorni. Se non hai un’assicurazione telefonica, potresti dover prendere in mano la situazione e pagare le riparazioni.

Usa un vecchio modello

Un’altra cosa che puoi fare, se possiedi ancora il tuo smartphone precedente, è quello di spostare lì la tua SIM. Questo può aiutarti a superare la durata della riparazione o della sostituzione del telefono durante la quale non dovrai perdere gli appuntamenti. Inoltre, non devi avere il vecchio telefono da solo in quanto puoi sempre prenderlo in prestito da un amico o un parente che potrebbe averne uno.

Contattare un riparatore specializzato

L’opzione migliore per la riparazione dello schermo è di solito spedire il telefono al produttore ufficiale in quanto ciò garantisce compatibilità e qualità suprema. Tuttavia, questa opzione può comportare costi di spedizione e riparazione significativi. Inoltre, se non sei in garanzia, la riparazione diventa molto più difficile. Una possibilità alternativa (e solitamente più economica, quando la garanzia è scaduta) è quella di visitare uno dei tanti negozi di riparazione per smartphone, facilmente individuabili tramite una semplice ricerca su Google: ovviamente è fondamentale dare un’occhiata alle recensioni dei clienti, così da effettuare una scelta consapevole e informata. I tecnici esperti possono riparare il telefono abbastanza rapidamente. Internet ti consente di controllare i prezzi e confrontare i diversi negozi prima di prendere una decisione.

Ripara lo schermo del tuo telefono rotto

Un telefono rotto non significa necessariamente che hai bisogno di un nuovo telefono. In effetti, con il manuale giusto, puoi riparare da solo il display del telefono rotto, comunemente indicato come il paradigma fai-da-te. Fortunatamente, su Internet si trovano molte informazioni (e persino video tutorial) con le istruzioni fai-da-te (fai da te) che possono tornare utili mentre cerchi di riparare il tuo telefono. YouTube, ad esempio, è una rinomata fonte di tali informazioni, così come molti siti web specializzati in consigli, guide e tutorial per smartphone. Alcuni dei vantaggi del fai-da-te includono la riduzione dei costi di riparazione e l’essere contenuti. Vale la pena notare che senza la guida giusta, un’adeguata preparazione o abilità, lo smartphone potrebbe andare in tilt e/o non essere più riparabile, quindi assicurati di compiere questa operazione soltanto se ti senti in grado di farlo o se non hai alternative!

Conclusione

Gli smartphone sono soggetti a rotture principalmente a causa di incidenti imprevisti. Quando queste situazioni si verificano la  cosa più importante è non perdere la calma e trovare il modo più razionale possibile per affrontare la problematica. Ci auguriamo che questo articolo possa esserti d’aiuto in quel malaugurato caso. Alla prossima!

About Alice

Layout designer, esperta di SEO e comunicazione integrata. Dal 2010 si avvicina anche alla programmazione, collaborando allo sviluppo delle infrastrutture di back-end di alcuni quotidiani italiani. Gestisce inoltre le pagine social (Facebook, Twitter, LinkedIn) di alcune riviste e società del settore IT.

View all posts by Alice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.