HONOR MagicBook Pro con display da 16.1″ e AMD Ryzen 5 4600H Recensione del laptop HONOR MagicBook Pro, con display da 16.1 pollici e CPU AMD Ryzen 5 4600H da 3.0GHz

HONOR MagicBook Pro con display da 16.1" e AMD Ryzen 5 4600H

Da sub- brand di Huawei, è riuscito a conquistarsi una fama tutta sua, presentando modelli di alta qualità, a prezzi concorrenziali: questo è Honor, la nuova frontiera della tecnologia.
Sono passati alcuni anni da quando il colosso cinese di Huawei ha deciso di creare una nuova linea, differenziandola per il suo carattere più giovanile, mantenendo sempre costi abbordabili; quello che è sempre sembrato strano è la modalità di lancio dei nuovi prodotti. Sembra quasi che sia stata fatta una netta distinzione, creando addirittura il nuovo logo Honor. La risposta è semplice, secondo gli addetti marketing dell’azienda: Honor è il ragazzo giovane e spensierato che non ha paura di sbagliare, mentre Huawei è il business man in giacca e cravatta che deve dimostrare di essere all’altezza della situazione.

Questo articolo è stato reso possibile da HONOR grazie a un rimborso spese: le opinioni contenute rappresentano comunque il libero pensiero dell'autore, che mantiene la propria indipendenza anche in questi casi. Per maggiori informazioni, leggi qui.

Per questo Honor ha uno scopo quello di creare una cultura Tech Chic per tutte le persone che sono orientate al futuro e sempre connesse. Lo si vede chiaramente i nuovi prodotti lanciati sul mercato: Honor MagicBook Pro. L’obiettivo di Honor MagicBook Pro è quello di fornire esperienze senza trascurare il design. È il primo portatile che Honor lancia nel nostro paese ed anticipa la versione Huawei del medesimo dispositivo. Rispetto al modello MagicBook da 14 pollici, presenta caratteristiche migliori e prestazioni superiori, con un display più grande e di conseguenza dal target differente.

Nome e design ispirati al MacBook Pro

Forse l’assonanza con MacBook Pro potrebbe ingannare, ma alle tecniche di marketing non c’è mai limite. Anche le somiglianze estetiche balzano all’occhio: la scocca in metallo grigio scuro, la tastiera in contrasto e gli speakers laterali, richiamano immediatamente la concorrenza. Ma non è sempre oro quello che luccica, quindi è meglio valutare bene le caratteristiche del prodotto.

Pc in alluminio da 1.7 chilogrammi e un display da 16.1’’ con risoluzione FullHD e finitura opaca. È insolito trovare in commercio un display con diagonale di queste dimensioni, questo può portare ad ulteriori confronti con il MacBook Pro della Apple. La risoluzione è leggermente bassa in funzione della diagonale e non consente di aumentare la densità e sfruttare al meglio lo spazio a disposizione. La luminosità non è molto elevata, ma la tenuta anti- riflesso è efficace.

CPU Ryzen e GPU Radeon

Internamente, il processore AMD Ryzen 4600H con grafica AMD Radeon RX Vega 6 si differenzia per le prestazioni elevate. La lettera H, corrisponde infatti ad un SoC con TDP di 45W, quindi consente il raggiungimento di frequenze più alte, mantenendole per tempi maggiori. Il processore è affiancato da una RAM da 16 GB e da un SSD NVMe PCIe da 512 GB, con velocità di lettura a 3400 e 2700 MB/s. la memoria interna è aggiornabile, mentre non sono previsti spazi per l’espansione della RAM. Le temperature si mantengono basse, non è quindi necessario l’utilizzo della ventola integrata, che garantisce un funzionamento comunque molto silenzioso.

Altre caratteristiche

La batteria è da 65 Wh e ha tempi molto veloci di caricamento: riesce a caricarsi del 50% in soli 30 minuti. Con un utilizzo di funzioni basiche, come Office o internet, con una singola ricarica, si riescono a fare fino ad 8 ore; per utilizzi più consistenti, come rendering, si scende a 4 ore. Il caricatore offre un connettore di tipo C, dalle dimensioni contenute, il che lo rende pratico per i trasporti, e utilizzabile anche per lo smartphone.

Per quanto riguarda la tastiera, i tasti sono delle corrette dimensioni, e ai lati sono posizionati gli altoparlanti, accorgimento che consente di ottenere una migliore diffusione del suono. All’interno degli altoparlanti di destra, è posizionato il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali. Lungo il bordo della scocca, si possono trovare 3 USB di tipo A e una di tipo C, per la ricarica. Il touchpad è reattivo e scorrevole, nonostante le dimensioni ridotte, lo spazio disponibile avrebbe potuto essere sfruttato meglio.

Conclusioni

Tirando le somme, letteralmente, si può dire che il prezzo di Honor MagicBook Pro è adeguato e consono alle sue funzionalità. Unica nota da fare è sul nome: associare ad un display da 16’’ e chiamare il prodotto Pro, può solo aumentare il confronto con altri marchi già più affermati sul mercato. Attenzione quindi a non esagerare con le aspettative. Resta comunque un ottimo acquisto in termini di materiali, potenza di calcolo, rapporto schermo- dimensioni e prezzo finale.

About Alice

Layout designer, esperta di SEO e comunicazione integrata. Dal 2010 si avvicina anche alla programmazione, collaborando allo sviluppo delle infrastrutture di back-end di alcuni quotidiani italiani. Gestisce inoltre le pagine social (Facebook, Twitter, LinkedIn) di alcune riviste e società del settore IT.

View all posts by Alice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.