Skip to main content

WordPress: Aggiungere hashtag ai social post inviati con Jetpack Publicize

Ho già avuto modo di parlare di Publicize, il modulo di Jetpack che consente di pubblicare una versione condensata degli articoli pubblicati su WordPress sulle pagine dei principali Social Network come Twitter, Facebook, Google+ e altri. A patto, ovviamente, di avere un account su ciascuno di essi e di collegarlo opportunamente secondo le modalità descritte in questo articolo e riassunte dalla schermata seguente:

publicize-options

Approfondisci

WordPress: condividere nuovamente gli articoli condivisi con Jetpack Publicize

Se utilizzate WordPress e non conoscete il plugin Jetpack non posso far altro che consigliarvi di correre a colmare questa incredibile mancanza leggendo l’ottima guida presente sul sito sos-wp.it o, se preferite, direttamente sul sito ufficiale del progetto. In questa sede mi limiterò a dire che si tratta di un potentissimo (e utilissimo) plugin polifunzionale che consente di arricchire qualsiasi sito WordPress di una serie di funzionalità utili, in tutto e per tutto simili a quelle disponibili su WordPress.com.

Se vi siete imbattuti in questo articolo è tuttavia probabile che conosciate molto bene sia Jetpack che, soprattutto, uno dei suoi moduli più interessanti: sto parlando di Publicize, attivando il quale dotiamo il nostro sito della possibilità di condividere automaticamente gli articoli che scriviamo con WordPress su tutti i principali Social Network mediante il collegamento tra la nostra installazione di WordPress+Jetpack e uno o più account sui Social corrispondenti: dovremo quindi autorizzare il nostro sito a pubblicare sui vari Facebook, Twitter, Google+ etc. a nostro nome e utilizzando i nostri account.

Approfondisci

Contenuti indesiderati e Malvertising su AdSense: GiornaleGiornaliero e altri disastri

Uno degli incubi peggiori degli utilizzatori della piattaforma AdSense è il costante abuso che certi inserzionisti dall’attitudine evidentemente truffaldina fanno dell’ottimo servizio offerto da Google nel tentativo di veicolare i loro annunci per il web. Si tratta del cosiddetto Malvertising, termine che descrive efficacemente le tecniche utilizzate per sfruttare a proprio vantaggio – nonché a discapito dei webmaster e dei loro utenti – il funzionamento degli annunci di AdSense e piattaforme similari.

L’ultimo arrivato in questa selva oscura di siti-civetta e hoax a scopo di lucro è GiornaleGiornaliero.com, un sito di disinformazione registrato a nome della società americana Active Food Supplements Limited (Broward, Florida) che propone una serie di articoli – anche in italiano, se così può definirsi il risultato di un mediocre autotranslate – volti a tessere le lodi delle solite pillole miracolose che consentono di perdere peso, curare l’impotenza e così via.

Non sentiamo il bisogno di addentrarci nei contenuti proposti: basti sapere che non c’è da credere a una sola parola di quanto scritto. Vediamo piuttosto come liberare il nostro sito da questa ricorrente tipologia di inserzionisti parassiti.

Approfondisci

Close