Skip to main content

Come aggiungere gli annunci automatici AMP AdSense (e/o altro codice HTML AMP-only) su WordPress

Nelle ultime settimane AdSense Lab, il reparto sperimentale della nota piattaforma di advertising Google AdSense, ha lanciato una nuova funzionalità sperimentale, chiamata Annunci Automatici AMP: si tratta di  una famiglia di formati che consentono di monetizzare in modo nuovo le pagine AMP. Una volta attivati, Google AdSense inserirà automaticamente gli annunci di testo e display all’interno delle pagine AMP sfruttando gli spazi disponibili.

Nel remoto e improbabile caso in cui non abbiate idea di cosa sia una pagina AMP e/o non abbiate mai sentito parlare del progetto AMP, fatevi una cultura dando un’occhiata a questo sito.

La funzionalità è attualmente in beta e disponibile soltanto mediante l’attivazione del servizio AdSense Lab ed ha queste ulteriori caratteristiche:

  • Al momento sono supportati solo gli annunci di testo, display e di ancoraggio.
  • Gli annunci automatici AMP prevedono la pubblicazione di un numero di annunci adeguato alla quantità di contenuti sulla pagina, tenendo conto di eventuali <amp-ad> codificati in forma rigida preesistenti.Gli annunci automatici AMP per il momento verranno visualizzati solo dagli utenti di dispositivi mobili. Accedi al tuo sito da dispositivo mobile per visualizzarne gli annunci automatici AMP.

Per maggiori informazioni è possibile consultare questa pagina dedicata sul sito Google AdSense.

Approfondisci

WordPress – Trova e Sostituisci all’interno di tutto il Database WP (articoli, pagine, wp_options et al.)

Lavorando con WordPress capita piuttosto di frequente di avere bisogno di effettuare ricerche e sostituzioni di stringhe di testo all’interno dell’intero Database. Le situazioni più comuni sono le seguenti:

  • Cambiamento della URL del sito (es. da www.url-a.com a www.url-b.com), che necessita – per ovvi motivi – di un adeguamento di tutti i contenuti del sito, testuali e non.
  • Problemi legati alla presenza di caratteri non validi (es. lettere accentate, problemi di charset/tabella codici, et al.)
  • Necessità di effettuare il rename di keyword, tag, categorie o altro (con necessario adeguamento dei testi).
  • Presenza (e scoperta) di un errore di scrittura ripetuto all’interno di molti post che si ha la necessità di correggere in modo globale.

In tutti questi casi, esistono due possibili tipologie di soluzioni: utilizzare un plugin WordPress dedicato oppure effettuare un trova/sostituisci sul dump SQL del nostro database.

Approfondisci

Close