Skip to main content

SQLyog – Interfaccia di amministrazione per MySQL gratuita per Windows

Se lavorate parecchio con MySQL è probabile che conosciate molto bene la suite MySQL Workbench, lo strumento di gestione unificato che contiene tutti gli strumenti necessari a un DBA per svolgere il proprio lavoro, tra cui:

  • Design di tabelle e DB Schema, tramite interfaccia visuale.
  • Database Connection Panel e SQL Editor, per gestire connessioni a DB locali e remoti ed eseguire query tramite GUI.
  • Strumenti di Backup e Migration, per importare ed esportare DB e tabelle da e verso altri server o altri DB Engine.
  • Performance Dashboard, per osservare in tempo reale le performance del DB.

Si tratta senza dubbio di una ottima soluzione, in grado di soddisfare le esigenze della maggior parte degli sviluppatori e amministratori di sistema.

Esiste però un’alternativa, molto meno conosciuta e senz’altro meno potente, che personalmente mi sento di consigliare a corredo del Workbench in quanto consente di gestire in modo molto più immediato e user-friendly la maggior parte delle funzioni dello strumento ufficiale, garantendo nel contempo un livello di affidabilità altrettanto elevato. Il nome di questa applicazione è SQLyog,  sviluppato da Webyog e disponibile in una doppia versione: Enterprise, disponibile in modalità Trialware e dedicata prevalentemente all’utilizzo aziendale e lavorativo, e Community, orientata ovviamente al mondo degli sviluppatori e gratuita per uso personale.

(altro…)

 

Problemi di connessione HTTP per le App compilate con XCode 7 su iOS9 – Come risolvere

Come spesso accade nel variegato – e ben poco retro-compatibile – universo Apple, il rilascio di iOS 9 e XCode 7 ha portato la consueta serie di grattacapi a molti sviluppatori. Stavolta il problema principale è legato all’introduzione della nuova funzionalità denominata Apple Transport Security (ATS per gli amici), che a partire da iOS 9.0 e OSX 10.11 è abilitata di default su tutte le applicazioni compilate con XCode 7 o superiore.

Questa funzionalità, che secondo Apple ha il merito di “migliorare la privacy e l’integrità dei dati delle connessioni tra la app e i web services”, di fatto impedisce qualsiasi connessione HTTP non basata su HTTPS (RFC 2818). Una gioia per lo sviluppatore medio, che non di rado utilizza web service casalinghi installati su web server proprietari o repository multimediali economici (GDrive, Amazon AWS et. al.) privi di certificato SSL.

(altro…)